fbpx
separazione e sensi di colpa

“Mi sento in colpa per la separazione” E’ giusto continuare in una coppia infelice? Come superare i dubbi

Sentirisi in colpa per aver decisio di rivolgersi ad un avvocato per la separazione è un sentimento abbastanza comune. E’ naturale che il primo sentimento con cui fare i conti è il senso di colpa. Tuttavia il quando il matrimonio peggiora la qualità della nostra vita, non resta che una soluzione: separarsi.

Se stare insieme è diventato intollerabile, separarsi è la scelta più dolorosa, ma anche la più giusta. Per tutti.

Avere il coraggio di separarsi non è semplice. A volte è necessario l’aiuto di un esperto.

E’ più dannoso per i figli assistere a due genitori che non si amano, che litigano, che si fanno dispetti, invece che due genitori che con buon senso hanno deciso di dividere le loro strade continuando a svolgere il ruolo di genitori.

Al senso di colpa, si associa poi il “giudizio sociale”: cosa penseranno gli amici, i vicini i parenti dell’incapacità a tenere in piedi un matrimonio. Forse questo timore impedisce ancora di più il processo di decisione verso la separazione.

Decidere di separarsi comporta una serie di riflessioni sulle proprie scelte passate. Molti sentono di aver fallito poichè l’investimento sul matrimonio era totale ed assoluto. Inoltre, la posizione di “single” è talvolta scomoda nella realtà sociale. Sembra quasi che si venga relegati ad un ruolo marginale.

Ho incontrato molte persone durante le mie consulenze che hanno fattodi tutto per mantenere in vita una storia conclusa, senza futuro, non perché amavavano davvero, ma per non volevano vivere il senso di fallimento. Ed allora restano in un matrimonio infelice, considerandosi vittime.

Da un altro punto di vista il senso di colpa è un alibi, un motivo per non agire, per lasciare tutto così com’è. Anche se la condizione permanente dell’unione è l’infelicità. 

Entrambi meritate amore. Se non può più essere tra di voi sarà altrove. 

Separarsi, in realtà, è spesso un nuovo inizio per migliorare la propria condizione. E i figli, gli amici e la famiglia devono condividere positivamente questa nuova condizioni. Anche chi subisce questa separazione spesso, dopo un periodo di doloroso distacco, inizia una vita diversa, talvolta con risvolti spesso imprevisti e inaspettati.

Separarzi comporta dolorosi vissuti, lunghi periodi iniziali di disorientamento per molti, ma non rappresenta un fallimento, una grave colpa o per forza qualcosa di cui pentirsi. Spesso è l’inizio di un nuovo viaggio, da intraprendere con rispetto e consapevolezza, ma soprattutto liberi da sensi di colpa.

Anche dopo la decisione di separarsi, attenzione a non vivere con il senso di colpa che può condurre all’autocondanna, a blocco di nuove relazioni, all’avvelenamento della propria cerchia di amicizia. Aiutarsi con una psicoterapia è fondamentale.

Se desideri una consulenza al nostro studio è necessario prenotarsi ai numeri 0815405612 oppure 800660817.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.