fbpx
relazione sui social è tradimento

Relazione sui social: è tradimento?

La possibilità della nascita di una relazione sui social è sempre più frequente. L’ uso continuo delle piattaforme social ha aperto nuovi orizzonti in materia di tradimento. Secondo uno studio, rappresenta in maniera evidente, un’ alternativa alla comunicazione carente con il partner, destinata a deteriorarsi sempre di più.

relazione sui social è tradimento
tradimento sui social

La persona che ricerca contatti su Internet non sempre è soddisfatta della propria relazione di coppia.  I social network aumentano la possibilità di tradimento in quanto offrono un’infinità di possibili relazioni senza limiti o confini. Il fatto di essere dietro uno schermo permette inoltre di essere disinibiti e senza freni,

I social sono dunque un elemento moltiplicatore dei tradimenti tra due coniugi, o comunque in una coppia.

Hai scoperto che tuo marito o tua moglie intrattengono conversazioni intime in una chat su facebook, instragram o altri social con terze persone? Oppure tu intrattieni una relazione virtuale con un’altra persona anche se non vi è mai stato nessun contatto fisico. Tuttavia è palese un coinvolgimento emotivo?

Vediamo quali possono essere le conseguenze e se è considerato un vero e proprio tradimento.

La domanda sorge spontanea: è tradimento la relazione sui social solo virtuale?

La giurisprudenza si è già espressa in merito. la relazione sui social è tradimento se vi è un’ evidente partecipazione emotiva, sebbene sia platonica.

Se, dunque, vi sono numerosi scambi di messaggi, email, dal chiaro tenore sentimentale, si concretizza l’infedeltà coniugale. Non è rilevante la circostanza che non vi sia mai stato un contatto fisico o un incontro reale.

La circostanza che tali tipi di relazione vengano poi tenute nascoste al partner conferma la violazione della fedeltà.

L’attrazione mentale in una relazione virtuale lede l’obbligo della fedeltà coniugale e la fiducia nell’altro coniuge, potendo determinare l’ addebito per colpa.

Oltre all’ atto fisico in sé, è possibile tradire a livello di immaginario mentale.

Tradimento on line può causare l’addebito?

In primo luogo, è bene chiarire che il tradimento, inteso come comportamento legalmente vietato, esiste esclusivamente tra coppie sposate.

Non sono previste conseguenze legali nel caso di tradimento tra coppie di conviventi o di fidanzati che si stanno per sposare.

La violazione dell’obbligo della fedeltà determina delle conseguenze legali, come la dichiarazione di addebito della separazione. La fedeltà è un dovere civilistico, pertanto in caso di tradimento non sono previste sanzioni penali.

Tuttavia, come già più volte sottolineato, la violazione dei doveri coniugali previsti dal codice civile deve essere stata la causa della crisi matrimoniale. Ciò significa che l’ altro coniuge si è determinato a chiedere la separazione dopo la scoperta della relazione.

Il coniuge tradito potrebbe anche allontanarsi dall’ abitazione senza integrare l‘illecito di abbandono del tetto coniugale

In questo caso, qualora sia provato il nesso di causa, può essere pronunciata una sentenza di separazione per colpa della crisi coniugale.

Quali sono le conseguenze?

Il soggetto a cui è stata addebitata la separazione giudiziale perde il diritto all’ assegno di mantenimento ma può ottenere solo gli alimenti. Gli alimenti vengono concessi solamente in caso di effettivo bisogno e l’importo deve essere il minimo indispensabile per garantire la sussistenza.

Il coniuge in favore del quale si pronuncia addebito non perde diritti successori. Il coniuge separato con addebito perde tali diritti anche prima del divorzio.

La pronuncia di addebito non comporta conseguenze sull’affido dei figli e pertanto l’addebito non impedisce il regime di affidamento condiviso della prole. Anche il coniuge traditore potrebbe essere collocatario dei figli e continuare a vivere nella casa coniugale

Il coniuge tradito può avere diritto al risarcimento dei danni solo in determinate ipotesi.

Quali prove fornire per il tradimento?

Per poter provare la relazione virtuale, il coniuge tradito deve fornire delle prove nel processo. Tuttavia fornire ad esempio screenshot contro la volontà del titolare dell’account social, è un reato.

Il coniuge tradito avrebbe poche armi per dimostrare l’infedeltà, a meno che non vi sia una confessione o eventuali testimoni che dichiarino quanto visto dinanzi al giudice.

Per Corte di Cassazione non commette reato il marito che consegna al giudice file contenenti immagini hot della moglie con il suo amante per provarne il tradimento.

Relazione sui social: è tradimento?

La possibilità della nascita di una relazione sui social è sempre più frequente. L’ uso continuo delle piattaforme social ha aperto nuovi orizzonti in materia di tradimento. Secondo uno studio, rappresenta in maniera evidente, un’ alternativa alla comunicazione carente con il partner, destinata a deteriorarsi sempre di più.

La persona che ricerca contatti su Internet non sempre è soddisfatta della propria relazione di coppia.  I social network aumentano la possibilità di tradimento in quanto offrono un’infinità di possibili relazioni senza limiti o confini. Il fatto di essere dietro uno schermo permette inoltre di essere disinibiti e senza freni,

I social sono dunque un elemento moltiplicatore dei tradimenti tra due coniugi, o comunque in una coppia.

Hai scoperto che tuo marito o tua moglie intrattengono conversazioni intime in una chat su facebook, instragram o altri social con terze persone? Oppure tu intrattieni una relazione virtuale con un’altra persona anche se non vi è mai stato nessun contatto fisico. Tuttavia è palese un coinvolgimento emotivo?

Vediamo quali possono essere le conseguenze e se è considerato un vero e proprio tradimento.

La domanda sorge spontanea: è tradimento la relazione sui social solo virtuale?

La giurisprudenza si è già espressa in merito. la relazione sui social è tradimento se vi è un’ evidente partecipazione emotiva, sebbene sia platonica.

Se, dunque, vi sono numerosi scambi di messaggi, email, dal chiaro tenore sentimentale, si concretizza l’infedeltà coniugale. Non è rilevante la circostanza che non vi sia mai stato un contatto fisico o un incontro reale.

La circostanza che tali tipi di relazione vengano poi tenute nascoste al partner conferma la violazione della fedeltà.

L’attrazione mentale in una relazione virtuale lede l’obbligo della fedeltà coniugale e la fiducia nell’altro coniuge, potendo determinare l’ addebito per colpa.

Oltre all’ atto fisico in sé, è possibile tradire a livello di immaginario mentale.

Tradimento on line può causare l’addebito?

In primo luogo, è bene chiarire che il tradimento, inteso come comportamento legalmente vietato, esiste esclusivamente tra coppie sposate.

Non sono previste conseguenze legali nel caso di tradimento tra coppie di conviventi o di fidanzati che si stanno per sposare.

La violazione dell’obbligo della fedeltà determina delle conseguenze legali, come la dichiarazione di addebito della separazione. La fedeltà è un dovere civilistico, pertanto in caso di tradimento non sono previste sanzioni penali.

Tuttavia, come già più volte sottolineato, la violazione dei doveri coniugali previsti dal codice civile deve essere stata la causa della crisi matrimoniale. Ciò significa che l’ altro coniuge si è determinato a chiedere la separazione dopo la scoperta della relazione.

Il coniuge tradito potrebbe anche allontanarsi dall’ abitazione senza integrare l‘illecito di abbandono del tetto coniugale

In questo caso, qualora sia provato il nesso di causa, può essere pronunciata una sentenza di separazione per colpa della crisi coniugale.

Quali sono le conseguenze?

Il soggetto a cui è stata addebitata la separazione giudiziale perde il diritto all’ assegno di mantenimento ma può ottenere solo gli alimenti. Gli alimenti vengono concessi solamente in caso di effettivo bisogno e l’importo deve essere il minimo indispensabile per garantire la sussistenza.

Il coniuge in favore del quale si pronuncia addebito non perde diritti successori. Il coniuge separato con addebito perde tali diritti anche prima del divorzio.

La pronuncia di addebito non comporta conseguenze sull’affido dei figli e pertanto l’addebito non impedisce il regime di affidamento condiviso della prole. Anche il coniuge traditore potrebbe essere collocatario dei figli e continuare a vivere nella casa coniugale

Il coniuge tradito può avere diritto al risarcimento dei danni solo in determinate ipotesi.

Quali prove fornire per il tradimento?

Per poter provare la relazione virtuale, il coniuge tradito deve fornire delle prove nel processo. Tuttavia fornire ad esempio screenshot contro la volontà del titolare dell’account social, è un reato.

Il coniuge tradito avrebbe poche armi per dimostrare l’infedeltà, a meno che non vi sia una confessione o eventuali testimoni che dichiarino quanto visto dinanzi al giudice.

Per Corte di Cassazione non commette reato il marito che consegna al giudice file contenenti immagini hot della moglie con il suo amante per provarne il tradimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.