fbpx
morte coniuge divorziato

Morte del coniuge durante il processo di divorzio

Il divorzio rappresenta la procedura per la cessazione degli effetti civili del matrimonio. E’ lo step successivo alla separazione, nella quale i coniugi sono solo autorizzati a vivere separatamente con la disciplina dei rapporti economici ed affido dei figli. La morte del coniuge divorziato può avere i suoi effetti nel processo.

morte coniuge divorziato
morte coniuge divorziato

Cosa accade se il coniuge muore durante il processo del divorzio?

E’ opportuno distinguere se sia già intervenuta la sentenza parziale sullo status.

Se la sentenza parziale non è ancora intervenuta, la morte di uno dei coniugi, che preceda l’adozione di una qualsiasi sentenza, determina la cessazione della contesa. Ai sensi dell’art. 149 c.c., si prevede che la morte di uno dei coniugi è causa di scioglimento del matrimonio civile, così come degli effetti civili del matrimonio religioso.

Nel caso di pronuncia parziale di divorzio sullo status, il giudizio potrebbe proseguire al fine dell’attribuzione dell’assegno divorzile. La morte del coniuge obbligato nel corso del giudizio non ne comporta la declaratoria di improseguibilità. Il giudizio può proseguire nei confronti degli eredi, per giungere alla debenza dell’assegno dovuto sino al momento del decesso.

Cosa succede all’assegno divorzile in caso di decesso dell’onerato?

Con la sentenza di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio ciascun coniuge perde i diritti successori nei confronti dell’ex coniuge divorziato.

Tuttavia ai sensi dell’a’art. 9 bis della l. n. 898/1970 (cd. Legge sul Divorzio), il divorziato può chiedere che gli venga riconosciuto il diritto di ricevere un assegno periodico a carico dell’eredità purché egli sia titolare dell’assegno di divorzio e si trovi in stato di bisogno. L’assegno a carico dell’eredità costituisce un diritto nuovo ed autonomo. Esso nasce dalla cessazione del diritto all’assegno di divorzio ma si fonda su presupposti diversi da quelli dell’assegno divorzile. Tale diritto sorge con la pronuncia giudiziale (sentenza) che ne riconosce i presupposti e ne quantifica l’entità.

il diritto all’assegno a carico dell’eredità è impignorabile.

E’ importante rivolgersi sempre ad un avvocato esperto in diritto di famiglia per avere le idee chiare sui propri diritti.

Per le consulenze presso il nostro studio è necessario prenotare al numero 0815405612

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.