fbpx
separazione consensuale

Separazione consensuale

La separazione consensuale è la procedura con cui i due coniugi si separano con un accordo, autorizzato o omologato dal Tribunale. E’ decisamente la soluzione preferibile e può ottenersi sia con ricorso congiunto in Tribunale sia attraverso la negoziazione assistita. E’ una procedura più veloce ed economica.

Qualora non ci siano figli, è possibile procedere alla separazione consensuale in comune, senza avvocato

separazione consensuale
separazione consensuale

Come procedere ad una separazione consensuale

In primo luogo è importante rivolgersi ad un avvocato esperto in diritto di famiglia, comunemente detto avvocato divorzista. L’esperto sarà illustrare compiutamente quali sono i vostri diritti, doveri e le prassi giurisprudenziali. Ciò vi consentirà una scelta consapevole. Un avvocato divorzista esperto potrà accompagnarvi nel migliore accordo possibile.

La separazione consensuale può iniziare per volontà di entrambe le parti che si rivolgono al medesimo avvocato, al quale esporranno i loro dubbi per redigere atto separativo in maniera tutelante per tutte le parti in causa.

Tuttavia, è possibile che la separazione diventi consensuale dopo la richiesta di uno dei coniugi di addivenire alla separazione. L’intervento degli avvocati dovrà facilitare il raggiungimento di un accordo avvicinando la posizione delle parti.

E’ possibile che l’accordo sulla separazione si raggiunga dopo l’introduzione del giudizio per separazione giudiziale. In prima udienza, cosiddetta udienza presidenziale, le parti possono raggiungere un accordo, sottoscritto davanti al Presidente. In questo caso la separazione giudiziale sarà “trasformata” in separazione consensuale.

La separazione consensuale ha dei costi più contenuti rispetto ad una giudiziale, oltre a concludersi in tempi molto più ristretti. I costi di una procedura consensuale possono variare dai 2.000 ai 3.000€ in base alla difficoltà e problematicità del tipo di accordo che si sta redigendo.

La separazione consensuale con figli richiede che l’accordo preveda un contenuto essenziale, in relazione ai provvedimenti necessari per la prole. Sarà necessario regolamentare l’affido, il calendario di visita, l’assegno di mantenimento in favore dei figli.

Con la separazione consensuale, i coniugi sono separati dalla data dell’udienza in cui compaiono per firmare oppure dal deposito dell’accordo della negoziazione assistita. Da questa data vi è anche lo scioglimento della comunione legale.

Un altro vantaggio della procedura consensuale è la possibilità di richiedere il divorzio dopo soli 6 mesi. Diversamente nella procedura giudiziale, dovrà attendersi almeno un anno dalla prima udienza, sempre che sia stata emessa sentenza parziale sullo status.

E’ possibile procedere sia con ricorso congiunto in tribunale sia attraverso la procedura della negoziazione assistita. In questo ultimo caso i coniugi eviteranno di recarsi in tribunale. Tutto sarà svolto negli studi degli avvocati che redigeranno l’atto, illustreranno i rispettivi diritti e dovere ed autenticheranno le firme.

Se desideri una consulenza al nostro studio, è necessario prenotare al numero 0815405612 oppure inviare una email ad avvocatodicaprio@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *